Sant’Agata di Militello: Mozione rifiuti

rifiutiI  costi della raccolta dei rifiuti non convincono i consiglieri di opposizione del Comune di S. Agata Militello che partono all’attacco dell’Amministrazione.

Possiamo affermare, senza tema di smentita, che a S. Agata Militello, i cittadini costretti a pagare cifre esorbitanti per la raccolta e il conferimento in discarica dei rifiuti, non sono abbandonati a se stessi! Con una mozione urgente, infatti, i consiglieri di opposizione Domenico Barbuzza, Elisa Gumina e Giuseppe Ortoleva, chiedono al sindaco Carmelo Sottile di modificare la propria ordinanza del 30 giugno scorso di affidamento al servizio della ditta Gilma S.r.l. Per i consiglieri di opposizione i costi sono esagerati e dovrebbero essere ridotti in funzione degli effettivi servizi svolti dall’affidatario in quanto, a seguito dell’ordinanza sindacale n. 62 del 21 luglio scorso, è stato vietato a tutte le utenze domestiche e le attività commerciali di conferire rifiuti indifferenziati, anche se previsto nel calendario. La diversa frequenza di raccolta determina, perciò, un significativo abbattimento dei costi del servizio che deve tramutarsi, a parere dei consiglieri, in un risparmio per i cittadini. Secondo i firmatari della mozione, occorre procedere alla rimodulazione dei costi ed alla rivisitazione degli atti amministrativi di affidamento, tenendo conto dei servizi effettivamente espletati. Attualmente l’intero costo del servizio grava per intero sulle spalle dei cittadini, per una spesa di circa 130 mila euro al mese. L’argomento sarà oggetto di dibattito nella prossima seduta del civico consesso.