S.Agata Militello (Me)

S. Agata Militello (ME) – Otto mesi all’autista un po’ violento e incendiario

La Corte di Cassazione ha confermato quanto deciso dalla Corte d’Appello di Messina, condannando a 8 mesi, pena sospesa, l’ex impiegato del Comune di S. Agata Militello, in provincia di Messina, Franco Morgano, per il reato di sequestro di persona aggravato ai danni del funzionario comunale Adriana Scaglione, dichiarando la prescrizione per i reati di minaccia, violenza privata e di peculato continuato.

I fatti risalgono al settembre del 2006 quando Adriana Scaglione era capo di gabinetto dell’allora sindaco Bruno Mancuso e Morgano svolgeva le mansioni di autista. Morgano reagì violentemente al tentativo del funzionario Scaglione di ottenere il rispetto delle direttive di lavoro e delle norme che regolavano il servizio. In particolare, si trattava del divieto di rientrare a casa con la macchina del sindaco, del controllo del libretto di bordo per il chilometraggio, delle autorizzazioni inerenti permessi, ferie e straordinario. Morgano minacciò la dirigente all’interno dell’ufficio.

Qualche mese dopo furono incendiate due auto di proprietà della famiglia del funzionario comunale Adriana Scaglione, una Citroen C3 e della Porsche Cayenne del marito. La Corte di Appello di Messina, per tale atto incendiario, con la sentenza emessa il 5 aprile scorso, ha confermato la sentenza del tribunale di Patti con la quale il Morgano venne condannato alla pena di 2 anni e 5 mesi di reclusione