118

Poteva andare peggio alla ragazzina di Floridia che ieri pomeriggio si è lanciata da una finestra

Poteva andare peggio alla ragazzina di Floridia che ieri pomeriggio si è lanciata da una finestra della sua abitazione di via Giusti dopo un litigio. Nessun pericolo di vita per la studentessa del Quintiliano che adesso si trova ricoverata nel reparto di Ortopedia dell’ospedale Umberto I di Siracusa.

Ha fratture sparse in tutto il corpo e la prognosi stilata dai medici è di 30 giorni. Restano, invece, da capire le cause che l’avrebbero spinta a fare un gesto estremo. I carabinieri che sono intervenuti sul posto insieme al 118 che l’ha immediatamente soccorsa, hanno sentito i genitori.
Pare, ma non ci sono conferme, ma neanche smentite, che la quattordicenne avesse avuto una discussione animata con la madre, per nulla soddisfatta del rendimento scolastico della figlia. Un rimprovero giusto che succede in tutte le famiglie normali, ma che così non è stato per la vittima. Si sarebbe chiusa nella sua cameretta ed in un batter d’occhio, si è lanciata nel vuoto. Dall’altezza da cui è caduta, probabilmente, ha voluto fare gesto dimostrativo, quasi a volere “punire” un giusto rimprovero.