Guerriglia ospedaliera a Gela (Caltanissetta)

Finirà in tribunale lo scontro tra il sindaco di Gela, Domenico Messinese (al terzo giorno di protesta contro il ridimensionamento dei servizi sanitari territoriali e ospedalieri) e il direttore generale dell’Asp 2 di Caltanissetta, Carmelo Iacono, da lui indicato tra i massimi responsabili di tante precarietà strutturali.

Carmelo Iacono, dir. Asp 2 Caltanissetta
Carmelo Iacono, dir. Asp 2 Caltanissetta

Iacono ha infatti querelato Messinese per le dichiarazioni «calunniose e diffamatorie» rese dal sindaco di Gela ieri alla stampa riguardo presunti «ammanchi finanziari» nel bilancio dell’Asp, per i quali chiedeva al ministro della Salute, Lorenzin, di inviare i propri ispettori.

Domenico Messinese, sindaco di Gela
Domenico Messinese, sindaco di Gela

«Non intendo partecipare a una rissa tra istituzioni che certamente non gioverebbe al territorio – ha spiegato il manager dell’Asp – ma per le dichiarazioni rese dal sindaco di Gela, lesive della mia onorabilità e del prestigio dell’istituzione che rappresento, stamani ho dovuto depositare contro di lui una querela-denuncia perché sia la magistratura a ristabilire la verità e a perseguire chi ha diffamato».