Porto di Messina

Le nuove Autorità Portuali, Messina e Milazzo con sei calabresi

Il 15 settembre 2016 è entrato in vigore  il decreto legislativo n. 169 del 2016 (GU 31 agosto 2016), di riordino delle Autorità portuali, che vede la creazione di 15 nuove Autorità di sistema portuale (AdSP) in luogo delle attuali. Il nuovo sistema di governance prevede che i 57 porti di rilievo nazionale saranno coordinati da 15 Autorità di sistema portuale, cui viene affidato un ruolo strategico di indirizzo, programmazione e coordinamento del sistema dei porti della propria area. Le Regioni possono chiedere l’inserimento nelle Autorità di Sistema di ulteriori porti di rilevanza regionale. Per garantire la coerenza con la strategia nazionale si prevede l’istituzione di una Conferenza nazionale di coordinamento delle AdSP.

Ciascuna Autorità di Sistema Portuale sarà guidata da un board, il “Comitato di gestione” , composto da 3 a 5 soggetti, con il ruolo di decisore pubblico istituzionale, guidato da un Presidente manager , con “comprovata esperienza e qualificazione  professionale nei settori dell’economia dei trasporti e portuale”, scelto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti d’intesa con le Regioni interessate. In seguito alla call  del Ministero delle infrastrutture e trasporti per l’incarico di Presidente delle 15 Autorità di Sistema Portuale, sono pervenute al Ministero 334 manifestazioni di interesse.

I rappresentanti degli operatori e delle imprese  faranno parte, invece, degli  “Organismi di partenariato della Risorsa Mare” con funzioni consultive:  potranno partecipare al processo decisionale, ma non potranno più  votare atti amministrativi.

Le disposizioni dell’articolo 22, comma 2, per il mantenimento, su richiesta regionale, per un periodo non superiore a trentasei mesi, dell’autonomia finanziaria e amministrativa delle attuali Autorita’ Portuali sono entrate in vigore già dal 31/08/2016.

Per la semplificazione dei procedimenti amministrativi il decreto n. 169 ha previsto poi l’istituzione, all’interno delle AdSP di due sporteli: lo Sportello Unico Doganale per il Controllo sulla merce e  lo Sportello Unico Amministrativo per tutti gli altri procedimenti e per le altre attività produttive in porto non esclusivamente commerciali. Altre norme riguardano semplificazioni per le modalità di imbarco e sbarco passeggeri e misure di snellimento delle procedure e innovazione amministrativa per  l’adozione dei Piani Regolatori Portuali.

porto-milazzo