Palasport, gestione e lavori: il Sindaco risponde alla Polisportiva Costa d’Orlando

“La polemica innescata dalla Società Costa d’Orlando sul mancato utilizzo del Palafantozzi ci lascia amareggiati e sbigottiti. Capo d’Orlando ha  fatto dello sport una vetrina promozionale unica e l’Amministrazione Comunale ha sempre supportato gli sforzi compiuti dalle società, a qualunque livello, per la crescita delle discipline e la valorizzazione delle attività”.

 Così il Sindaco Franco Ingrillì replica alle accuse sulla mancata autorizzazione all’uso del PalaFantozzi per lo svolgimento degli allenamenti e delle gare interne della prima squadra della ASD Polisportiva Costa d’Orlando, neopromossa nel campionato nazionale di serie B di pallacanestro. A tal proposito, l’Amministrazione Comunale ricorda di aver deliberato lo scorso 7 agosto l’affidamento in gestione del Palavalenti alla ASD Polisportiva Costa d’Orlando, accogliendo la proposta della stessa Società che avrebbe dovuto realizzare i lavori di adeguamento della struttura necessari per l’omologazione.

“Dal 7 agosto la società Costa d’Orlando – afferma il Sindaco Ingrillì – avrebbe avuto tutto il tempo per l’esecuzione degli interventi richiesti per la disputa delle gare interne con una capienza di almeno 400 posti. Imputare all’Amministrazione una mancanza che è per intero della Società, è accusa ingiusta e documentata nella stessa convenzione sottoscritta dal legale rappresentante. Suona poi strano che la Società Costa d’Orlando, sin dalla richiesta di iscrizione al campionato indicasse alla FIP il PalaFantozzi come l’impianto in cui disputare le gare casalinghe, come se sapesse in anticipo di non riuscire a realizzare i lavori”.
Il Sindaco Ingrillì conclude: “La Società della Costa d’Orlando lo sa bene, ma devono saperlo anche giocatori e tifosi: con l’affidamento in gestione del PalaValenti, l’Amministrazione ha fatto tutto quanto era in suo potere per consentire alla Costa la regolare disputa del campionato”.

palavalenti