Gela

GELA (Caltanissetta) Ha quasi ucciso un novantenne perché scoperto a rubare in campagna

Le telecamere lo hanno però incastrato ed in manette è finito Gaetano Davide Alfieri, 41 anni. L’accusa è di tentato omicidio e di tentato furto aggravato. La sezione Pg della Procura ha eseguito il provvedimento emesso dal gip su richiesta della stessa procura.

Le indagini, condotte dalla aliquota della Guardia di Finanza della Sezione di pg e coordinate dal sostituto procuratore Antonio D’Antona, sono scaturite dalla denuncia presentata dalla vittima. I finanzieri hanno acquisito le immagini registrate dal sistema di video-sorveglianza installato presso l’abitazione rurale. Dalle immagini è stato possibile accertare che Alfieri si era  introdotto da solo nella proprietà di campagna della vittima per derubarla. I piani sono stati scombinati perché il pensionato era arrivato poco dopo.

Alfieri si è nascosto nella terrazza da dove ha gettato un blocco di tufo di 10 kg sul pensionato, colpito alla testa ed alla spalla. L’anziano è stramazzato al suolo riportando una ferita al capo nonché la frattura della scapola sinistra. Il novantenne, trasportata al Pronto Soccorso, è stato giudicata guaribile in 40 giorni. L’arrestato è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Gela contrada Balate.

Carcere di Gela Contrada Balate
Carcere di Gela Contrada Balate

guardiafinanza