Addio ora legale, stanotte le lancette indietro di un’ora, più luce di mattina meno al pomeriggio

Si dormirà un’ora in più nella notte tra stanotte sabato 28 e domenica 29 ottobre perché le lancette dell’orologio andranno spostate indietro di un’ora – dalle 03:00 alle 02:00. L’addio all’ora legale ci regalerà più luce di mattina, anche se di sera il sole tramonterà prima.  Non soltanto le nostre abitudini, anche il fisico dovrà abituarsi al cambio dell’ora: l’orologio biologico che orchestra il nostro organismo dovrà ‘risintonizzarsi’. Non si esclude almeno nei primi giorni un’alterazione del ciclo sonno-veglia e qualche piccolo disturbo.

La luce, infatti, stimola l’ipotalamo, quella regione del cervello che controlla appetito, sonno e umore. Sarà normale allora provare nei primi giorni un senso di affaticamento e di stanchezza, difficoltà ad addormentarsi, cali di attenzione e un po’ di depressione o di irritabilità. Ma niente paura: è l’effetto simil jet-lag di questo cambiamento nell’orario. Per la cronaca va detto che il jet-lag, è conosciuto  anche come “sindrome da fuso orario”.