Angelo Parisi

Violenza pentastellata “Rosato ti bruceremo vivo”

L’assessore regionale ai rifiuti designato da Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione per i Cinque Stelle, come uno dei tanti haters che popolano il web e soprattutto i social. A denunciarlo è stato Ettore Rosato, il capogruppo del Pd alla Camera, che ha dato il nome alla legge elettorale appena approvata dal parlamento.

“Non sono uno che si impressiona, mai – ha scritto sul suo profilo Facebook  . Neanche quando leggo fiumi di odio contro di noi sui social. Ma la frase “Ettore Rosato, noi ti bruceremo vivo, mi fa male. Per la mia famiglia e per i miei figli, naturalmente. E perché non l’ha scritta uno qualsiasi. Ma un signore a cui il candidato 5 stelle Cancelleri vuole far fare l’assessore ai rifiuti in caso di vittoria”.

 “Si chiama Angelo lasciamo stare il cognome (il riferimento è ad Angelo Parisi, ndr) e vuole bruciare vivo un avversario, vuole bruciarmi vivo perchè sulla legge elettorale non la penso come lui – prosegue Rosato -.Ma vi rendete conto di quanta violenza, seppur sul web? Di quanta meschinità umana? Le elezioni si vincono e si perdono, è la vita. Ma quando si perde la dignità, beh, allora è difficile recuperarla. Cari amici 5 stelle, i veri impresentabili siete voi. Col vostro linguaggio squadrista e i vostri insulti state distruggendo la normale discussione politica. Caro Grillo, caro Di Maio, fermatevi. Siete ancora in tempo. Restate umani, almeno voi”.

 Un tweet quello di Parisi (che nel frattempo ha bloccato l’accesso al suo account ai non followers) che ha scatenato un vespaio di polemiche fino a quando anche Giancarlo Cancelleri è stato costretto a prendere le distanze: “Il mio assessore designato Angelo Parisi ha detto una sciocchezza e ha già cancellato il tweet in questione”. Parisi durante un intervento di Ettore Rosato nel corso di “di Martedì” sulla legge elettorale, aveva twittato: “Rosato facciamo un patto, se questa legge sarà cassata dalla Consulta ti bruceremo vivo”. Tweet però cancellato dopo la notizia sulla designazione ad assessore. “C’è un alto livello di barbarie in questa campagna elettorale – dice Micari – e la frase dell’assessore designato dal M5S lo dimostra”.

E poi lo stesso Angelo Parisi, in un post visibile su Facebook, si è scusato: «Quando sbaglio so riconoscerlo, per questo oggi sento di dover chiedere scusa per il mio tweet dei giorni scorsi rivolto a Ettore Rosato, capogruppo PD alla Camera. Quel linguaggio e quei toni non mi appartengono e mi dispiace essere andato oltre i limiti in un momento in cui sono prevalse la rabbia e l’amarezza per i modi e i tempi con cui il PD stava imponendo al Parlamento una nuova legge elettorale incostituzionale. Sono umano e ho sbagliato, ma non permetto a nessuno di strumentalizzare un mio errore per provare ad accostarmi agli impresentabili che affollano le liste di Nello Musumeci, né di mettere in dubbio la mia correttezza, la mia integrità morale e l’impegno che ho sempre dedicato alla mia Sicilia”.

Ettore Rosato
Ettore Rosato