Interessante incontro all’Istituto A. GUSSIO di Sant’Alessio Siculo (Messina)

 

 

Partecipato all’ Istituto A. GUSSIO di Sant’Alessio Siculo l’incontro sul tema della sicurezza informatica dal titolo : “Internet uso ed abuso…tutela e difesa”. L’evento patrocinato dall’ Associazione Nazionale Giuristi Informatici e Forensi e dal Comune di Sant’ Alessio ha registrato la presenza degli alunni delle classi I, II, III media dell’Istituto che hanno interagito coi relatori ponendo domande sull’uso dei social network e sollevando loro dubbi e perplessità. Dopo i saluti dell’Assessore alla formazione ed alle politiche giovanili Giuseppe Pasquale e dell’ Assessore allo Spettacolo Pina Basile in rappresentanza dell’ Amministrazione Comunale, è  intervenuto il Vicepreside dell’ Istituto A. GUSSIO prof. Ugo Di Natale che ha sottolineato l’importanza del tema oggetto dell’ incontro. A moderare l’evento Silvana Paratore, legale noto nel territorio per il suo impegno in progetti di legalità ed in iniziative socio-culturali che ha affermato come tanti siano i rischi a cui vanno incontro bambini ed adolescenti in rete: esperienze e situazioni che li possono influenzare e segnare profondamente nei loro atteggiamenti futuri. Di adescamento online, pedopornografia, pedofilia online, dipendenza da Internet, sexting ha parlato Salvatore Giulintano esperto di sicurezza ed informazioni digitali che con l’ausilio di video e Slides ha attirato l’attenzione dei giovani presenti sulle condotte da tenere e sulle regole da adottare per evitare di cadere nelle trappole del web. Diversi i moniti rivolti di non postare, trasmettere o scambiare foto ed immagini, dati personali, di non chattare ne’ accettare incontri con estranei le cui intenzioni non sono sempre chiare. Sul Cyberbullismo si è  soffermata la psicologa Luana Cacciola che ha indicato cosa fare nel caso di azioni aggressive ed intenzionali che mirano deliberatamente a danneggiare chi non è  in grado di difendersi. 

Soddisfazione ha espresso in conclusione Giuseppe Pasquale che ha sottolineato l’esigenza di proporre altri incontri sulla sicurezza informatica, se del caso, coinvolgendo gli educatori, i docenti ed i genitori al fine di raggiungere una sempre maggiore consapevolezza ed educazione digitale.