La casa di riposo delle botte? Pure abusiva.

 

I finanzieri del Gruppo di Trapani hanno arrestato due coniugi, che gestivano presso la propria abitazione privata, nella frazione Nubia a Paceco, una casa di riposo per anziani totalmente abusiva, in quanto priva di qualsiasi abilitazione comunale e sanitaria. Il provvedimento cautelare della custodia in carcere per tutti e due è stato firmato su richiesta della Procura di Trapani, dal gip del Tribunale trapanese.

Le indagini hanno permesso, anche grazie all’ausilio di intercettazioni ambientali, di accertare che i due coniugi, pur percependo in “nero” circa mille euro al mese per ogni assistito, maltrattavano sistematicamente gli anziani ospiti con continue violenze di natura verbale, fisica e psicologica ed anche somministrando loro medicinali senza alcun controllo medico al solo scopo di sedarli, soprattutto per le ore notturne.

I due sono indagati per lesioni aggravate, maltrattamenti ed abbandono di persone incapaci, oltre che per esercizio abusivo della professione sanitaria. L’immobile è stato sequestrato e nei confronti degli indagati sono state avviate approfondite investigazioni finalizzate a ricostruire e sottoporre a tassazione i proventi illeciti dagli stessi indebitamente conseguiti