Ospedale Maggiore

Pozzallo (Ragusa) Morto per fame migrante sbarcato ieri

Aveva 22 anni ed era originario dell’Eritrea. A recuperarlo è stata la ong Proactiva Open Arms, che ieri ha attraccato nel porto del centro ibleo. Il trasferimento nell’ospedale di Modica non è servito a salvargli la vita

Ci sarebbe la malnutrizione dietro al decesso dell’eritreo di 22 anni sbarcato ieri a Pozzallo. Il giovane migrante, subito dopo essere sceso dalla nave della ong spagnola Proactiva Open Arms è stato trasferito nell’ospedale di Modica.

Oltre alle conseguenze della fame, il 22enne presentava problemi respiratori. Le condizioni sono peggiorate da lì a poco, fino al decesso. La salma si trova al momento nella camera mortuaria dell’ospedale Maggiore.