Castellamare del Golfo

Castellammare del Golfo (Trapani) – Ancora una strage di cani: sette randagi avvelenati.

Ancora altri casi di cani uccisi, quasi tutti avvelenati con polpette killer: dopo Sciacca, Licata, Paternò, Campobello di Mazara, Erice e Castelvetrano, almeno sette cani sono stati uccisi a Castellammare del Golfo, nota cittadina turistica in provincia di Trapani. E l’isola torna al centro degli attacchi degli animalisti.

Questa volta i randagi sono stati uccisi in zone centrali: al momento i cani certamente avvelenati sono sette ma molti altri randagi che non si trovano potrebbero aver fatto la stessa tremenda fine, come fa presente un esponente della cooperativa «Unione delle famiglie» che collabora da tempo con i volontari dell’Enpa per cercare di salvare, accudire e far adottare, cani e gatti randagi. Tante le zone, segnalate alle autorità cittadine, dove i volontari hanno trovato polpette di carne sospette, possibili esche con veleno lumachicida.