Flavia Petrin, Presidente AIDO Nazionale

Proseguono le riprese del film “Fiore di Agave”: un inno alla vita del regista Salvatore Arimatea

Messina 30 marzo 2018 – Continua il progetto cinematografico “Fiore di Agave” del regista messinese Salvatore Arimatea prodotto dal CAM, Centro Artistico del Mediterraneo, guidato da Francesca Barbera. La pellicola offre dei significativi spunti di riflessione su temi di attualità molto discussi, che riguardano la donazione degli organi e l’aborto. Sono numerosi e importanti i partner che sostengono il film “Fiore di Agave” e, proprio dai loro rappresentanti, arrivano le prime impressioni su questo progetto cinematografico.

Flavia Petrin, Presidente AIDO Nazionale: “Ho letto due volte la sceneggiatura per apprezzarla meglio. Alla prima lettura, forse fatta in modo frettoloso, era rimasta in me la sensazione che il significato del film fosse la difesa della vita, centrata in particolare sulla difesa del diritto a nascere della bambina. Però, dopo aver letto la prima volta, sentivo che qualcosa mi era sfuggito eppure ne avevo colto la presenza. Così ho riletto e ho fatto bene. Alla fine ero sinceramente commossa. Spero che il film doni agli spettatori le emozioni che ho provato io. Un vero e proprio inno alla vita, alla bellezza della vita semplicemente accolta per quello che è; un inno alla bellezza delle relazioni fra persone. Il dono degli organi come percorso di salvezza che collega una vita che si è appena spenta e ne accende una che si stava spegnendo arriva verso la fine ma non è marginale, perché tutto il film è illuminato dalla luce della vita che si fa strada pur fra contrasti non facili da vincere”.