Nuove regole per scegliere i manager della sanità in Sicilia: “Più merito e imparzialità”

La giunta regionale ha approvato la delibera che cambia i criteri per la valutazione dei candidati manager nelle aziende sanitarie in Sicilia. La selezione delle domande partirà dalla formulazione di due elenchi distinti che conterranno l’uno i candidati per i quali ricorrono cause di inammissibilità o di esclusione, l’altro i candidati in possesso dei requisiti dettati nell’avviso pubblico.

L’adozione di nuove procedure era stata annunciata dell’assessore alla Salute Ruggero Razza nei mesi scorsi e arriva dopo la pubblicazione dell’elenco nazionale degli idonei da parte del ministero. “Abbiamo risposto all’esigenza, fortemente avvertita dal nostro sistema sanitario, di stabilire più saldi criteri nelle procedure e intervenire sulla nomina dei direttori generali secondo principi di merito, trasparenza e imparzialità”, ha osservato Razza.

I nuovi compiti della commissione sono distinti in tre macro fasi: una prima fase relativa alla costituzione dell’elenco degli aspiranti alla nomina di direttore generale, una seconda fase dedicata alla scelta dei candidati tramite la valutazione dei curricula e infine la predisposizione di una rosa di nomi da sottoporre alla giunta di governo, un minimo di dieci per ciascuna azienda.

Importante nell’attribuzione dei punteggi l’attività svolta nell’ultimo quinquennio. Il bando per la nomina dei nuovi manager era stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale lo scorso 2 marzo, le istanze pervenute sono oltre 100.

Ruggero Razza
Ruggero Razza
strutture ospedaliere
strutture ospedaliere