Tusa (Messina) E’ iniziata la seconda campagna di Scavi dell’antica città di Halaesa

Il Santuario di Apollo rappresenta l’area sacra più significativa della città antica di Halaesa che fu uno dei centri più importanti della Sicilia nel periodo ellenistico – romano, posta lungo l’estrema propaggine Nord dell’importante sito archeologico. In questo sito, sono riprese qualche giorno fa, le operazioni di scavi dirette dall’Università di Messina, sotto l’attento sguardo del prof. Lorenzo Campagna e dall’Università di Oxford, responsabile il prof. Jonathan Prag, in collaborazione con il Museo delle tradizioni silvo pastorali di Mistretta e la Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina.

Le attività di scavo avranno la durata di sei settimane e il coordinamento scientifico è a cura del dott. Alessio Toscano Raffa, ricercatore del CNR – IBAM di Catania. Ai lavori prenderanno parte più di 40 unità tra dottorandi, archeologi specializzati e studenti delle due Università italiane e straniere.

Quest’anno le indagini prevedono un consistente ampliamento degli scavi per meglio definire gli aspetti cronologici, lo sviluppo plano-volumetrico e monumentale dell’area sacra della città. In definitiva, a conclusione delle sei settimane di scavi programmati ne sapremo di più sull’antica città di Halaesa.

scavi archeologici Halaesa
scavi archeologici Halaesa