Fabio Colombo

Capo d’Orlando. “Il silenzio degli innocenti”

Giusto per proseguire la nostra riflessione sulla notizia secondo la quale il sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrillì ha dato in conferenza stampa qualche giorno fa, mi permetto sommessamente di richiamare la vostra attenzione, sull’atteggiamento afasico dei componenti la Giunta e dei consiglieri comunali che vivacchiano all’ombra del primo cittadino e dei sei consiglieri dell’opposizione che invece vivono all’ombra di se stessi, ognuno però, per conto proprio.

Partiamo dai secondi: ci siamo chiesti ma il silenzio dei consiglieri di opposizione che apprendono la notizia che il comune sarebbe indebitato di 20 milioni Gaetano Sanfilippo Scimonella, Alessio MIcale, Daniela Trifilò, Gaetano Gemmellaro, Sandro Gazia e Angiolella Bottaro, a quale logica politica obbedisce? E’ questo il ruolo che gli elettori gli hanno assegnato?

Il loro silenzio lo vogliamo leggere benevolmente come chi vie un disagio, un momento di “attesa” per capire meglio dove il sindaco avrà voluto parare con le sue dichiarazioni e attendono tempi migliori per far sentire la loro voce. Ma quando l’attesa si protrae per le lunghe, come nel loro caso, il silenzio diventa sospetto.

A cosa sia funzionale l’atteggiamento di far intendere che la faccenda, sì è una sporca faccenda ma che se la giochino tutta i consiglieri che sono accanto ad Ingrillì. Ebbene, questo è un modo di vedere le cose che cozza con la logica politica di chi fa parte delle minoranze che non hanno voce e che attravero i loro rappresentanti chiedono di parlare e di sapere. 

I consiglieri della perduta maggioranza che non hanno ancora aperto bocca sui presunti debiti di 20 milioni che avrebbe il Comune di Capo d’Orlando, perchè tacciono di fronte ad un fatto cpsì grave, anzi gravissimo?

 Perchè, il capogruppo Colombo, con la Leonino, la dott. Enza Giacoponello che potrebbe dire la sua dall’alto della sua competenza in materia di numeri, di debiti, di bilanci, se ne sta invece quatta quatta in un angolo, colpevolmente silente? E perchè la dinamica Linda Liotta non dice nulla? Per non parlare del buon Aldo Sergio Leggio, con il suo piccolo ma importante seguito Edda Triscari e Massimiliano Fardella, che ha deciso di vestire i panni del novello Ponzio Pilato come fosse immune da ogni responsabilità?

Perchè tutti, maggioranza e minoranza fanno finta che non sia successo nulla e  hanno scelto la comoda strada del tutto va bene madama Dorè, noi non c’entriamo nulla? Ma gli orlandini da quale classe dirigente sono rappresentati? I consiglieri di opposizione tacciono, quelli di maggioranza fanno orecchie da mercante, ed allora?

Ma, non ci si rende conto che quella che il sindaco Franco Ingrillì ha messo nelle loro mani è una patata bollentissima dai risvolti inimmaginabili?

Gaetano Sanfilippo
Gaetano Sanfilippo
Capo d'Orlando (Me) veduta dal monte della Madonna
Capo d’Orlando (Me)