mazzarino

Facebook fatale per 26enne di Mazzarino (Caltanissetta)

Pesantissime offese rivolte a due coetanee, attraverso l’attivazione di un gruppo sul social facebook, ribattezzato “troie siamo arrendetevi”, sono costate la condanna ad una ventiseienne di Mazzarino, finita a processo davanti al giudice di Gela Marica Marino. A denunciarla, furono proprio le due ragazze prese di mira in quel gruppo, costituite parti civili con gli avvocati Angelo Cafà e Marco Ministeri. Offese, frasi allusive ed epiteti volgari venivano utilizzati per diffamare le giovani, alle quali è stato riconosciuto il diritto al risarcimento dei danni.

https://www.facebook.com/ROSSINI47/ https://www.facebook.com/Negoziotimgela/

Cinquemila euro ciascuno, come disposto dal giudice. In aula, è stata provata la riconducibilità di quella pagina facebook, che si diffuse tra i giovanissimi di Mazzarino, all’imputata. Probabilmente per ripicca contro le coetanee, scelse di utilizzare il social, pensando di non poter essere individuata. Così non è stato ed è arrivata la condanna.

Giudice Marica Marino
Giudice Marica Marino