carcere di Ragusa

Violenta e poi tenta di rapinare una ragusana

Violenza sessuale, tentata rapina e lesioni personali: per questi reati i carabinieri hanno arrestato un giovane vittoriese disoccupato di 24 anni con precedenti. L’attività dei militari dell’Arma trae origine dalla denuncia presentata da una donna residente nel capoluogo ibleo che alcune settimane fa aveva segnalato di essere stata vittima di violenza sessuale, ovvero di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali non consenzienti con il giovane indagato.

La donna raccontò di essersi prima accordata per un incontro con il giovane e successivamente lo stesso, dopo averla fatta salire in sella ad una moto traendola in inganno sul luogo in cui la stesse conducendo, sotto gravi minacce, l’aveva ripetutamente violentata e picchiata.

Dopo i momenti di incubo vissuti in una casa diroccata nelle campagne del vittoriese, la donna era stata riaccompagnata a casa dal violentatore che, dopo averla minacciata di morte, le aveva anche chiesto di consegnarle tutto il denaro di cui era in possesso. La donna era riuscita a sfuggire a questa ulteriore richiesta solo barricandosi in casa e chiamando successivamente i Carabinieri al numero di emergenza 112.

Dalle indagini esperite anche sulla base del racconto della vittima i carabinieri sono risaliti al 24enne di Vittoria, che si trova ora rinchiuso nel carcere di Ragusa.

carabinieri Controllo ad un sospetto - l'arresto; foto di © Sergio Cornioli / TDN / emblema
carabinieri