CAS Messina

Tragedia di Genova, Musumeci promette la chiusura del CAS entro il 2018

Il nostro presidente della Regione, Nello Musumeci, non è tipo emotivamente instabile e la dichiarazione fatta sulla scorta della tragedia del ponte Morandi a Genova, lo ha certamente turbato ma non al punto da predendere decisioni affrettate. 

A Messina, giusto per fare un esempio, il viadotto Ritiro non fa dormire sonni tranquilli a nessuno, è certamente una situazione alla quale ci si sta pensando e la gestione delle autostrade da parte del CAS preoccupa non poco il governatore Siciliano. Il Governatore è chiamato a fare quello che nè la precedente ARS e men che meno il precedente Governo Crocetta sia riusvciti a fare, cioè mettere la parola fine al Consorzio Autostrade Siciliane.

 “I fatti di Genova – ha spiegato Musumeci – ci impongono di effettuare un monitoraggio per avere ben chiaro la situazione in Sicilia. Il Consorzio autostrade siciliane chiuderà entro l’anno. Questa esperienza sembra essere conclusa e c’è l’intesa con l’assessore alle Infrastrutture e l’intero Governo affinché si definisca la questione in questo senso. C’è l’Anas interessata alla successione”.

Il ddl sulla fusione Cas-Anas era rimasto impantanato sul finire del precedente mandato, tra veti e polemiche, mentre il Consorzio continuava ad essere protagonista di scandali, inchieste, arresti, sprechi di denaro pubblico, condizioni vergognose delle A/20 e A/18, pessima manutenzione, sia ordinaria che straordinaria ed il pagamento di pedaggi del tutto sproporzionati al servizio.

Autostrade A18
Autostrade A18
Autostrade A20
Autostrade A20
Nello Musumeci
Nello Musumeci