Ettore Salpietro

Lettera di Ettore Salpietro al sindaco di Brolo e ai due deputati locali, Germanà e Laccoto.

 

Giueppe Laccoto, Deputato regionale
Giueppe Laccoto, Deputato regionale

L’ing. Ettore Salpietro, apprezzato prima di entrare in quiescenza per essere stato una grande scienziato e in ultima analisi anche per essersi imbattuto nell’ultima competizione elettorale di Brolo (ME), preoccupato, da buon padre di famiglia, per come funzionano le cose nella sua cittadina sotto il profilo del trasporto scolastico per gli studenti pendolari, prende carta e penna e scrive una nota al sindaco, Irene Ricciardello, e ai due deputati regionali della cittadina tirrenica Nino Germanà e Giuseppe Laccoto.

Ettore Salpietro nella sua missiva garbatissima missiva scrive che “come le SS.LL. forse sapranno, in aggiunta agli onerosi disagi che la popolazione scolastica Brolese subisce attualmente, a partire dal primo gennaio prossimo se ne aggiungerà un altro ancora più grave a carico degli studenti che per raggiungere gli Istituti superiori che frequentano nella città di Patti, usano il treno”. “Infatti, prosegue Salpietro, a partire dal nuovo anno il treno locale che a metà giornata, alla fine delle lezioni, collega Patti a Capo D’Orlando, verrà anticipato ad un orario non congruo con quello di uscita dalle lezioni e quel che è peggio, verranno soppresse le fermate di Gioiosa Marea e Brolo”.

Non sfuggirà alle SS.LL. , incalza Salpietro, che il treno è il mezzo di trasporto di gran lunga più conveniente per gran parte degli studenti Brolesi che ogni giorno raggiungono Patti allo scopo di garantire a se stessi il diritto all’istruzione ed allo studio ma soprattutto, in assenza di contribuzioni per tramite del Comune, è quello più economico. Ed allora si chiede Salpietro, “vale appena la pena di evidenziare che a quanto pare, anche numerosi studenti dei paesi limitrofi ogni giorno transitano da Brolo e da qua completano il tragitto verso e da Patti, in treno.

Nino Germanà, Deputato alla Regione
Nino Germanà, Deputato regionale

“La presente, per tanto, con l’auspicio che le SS.LL. in virtù del ruolo istituzionale che rivestono, ma non di meno in considerazione del fatto che lo rivestono in rappresentanza delle principali forze politiche al governo sia della Regione Siciliana che dello Stato, vogliano attivarsi prontamente ed efficacemente affinché ai giovani studenti colpiti dal grave disagio venga evitato questo ennesimo grave nocumento”.

Ettore Salpietro