Cateno De Luca

De Luca: “Messina si è rilanciata, ora spero di non dover lasciare”

De Luca: “Messina si è rilanciata, ora spero di non dover lasciare”
«Spero il 30 settembre di convertire il nostro programmato commiato in una articolata relazione di inizio di un lungo e proficuo mandato elettorale. Adesso abbiamo difeso e rilanciato Messina: grazie di cuore al Consiglio comunale ed alla gente che ha manifestato il proprio sostegno invadendo Palazzo Zanca e l’aula consiliare».
Lo dice il sindaco di Messina Cateno De Luca dopo l’approvazione della delibera sul risanamento della città con l’abbattimento delle baraccopoli. De Luca aveva annunciato di lasciare la carica il 30 settembre dando l’annuncio in un comizio perché il Consiglio comunale non «seguiva» i suoi tempi per risolvere il problema del risanamento.

Palazzo Zanca (Me)
Palazzo Zanca (Me)

«La delibera per la costituzione dell’Agenzia per il risanamento della città di Messina è passata all’unanimità – sottolinea De Luca -. Ora sono pronto ad individuare le regole di buona e costruttiva convivenza con il Consiglio comunale modificando alcune norme del regolamento consiliare per evitare le solite imboscate sui tempi di trattazione degli argomenti proposti dal sindaco e dalla giunta municipale. Su questo argomento il sindaco può solo proporre mentre è il Consiglio che deve esaminare ed approvare le nostre richieste di modifiche: chiedo soltanto tempi certi e trasparenza sulle manifestazioni di voto di ogni singolo consigliere comunale».