Porto di Milazzo

L’Autorità portuale di Messina con Reggio Calabria e senza Gioia Tauro

“Dalle parole ai fatti, dagli impegni alla concretizzazione, dalla battaglia alla vittoria: la sedicesima Autorità Portuale dello Stretto di Messina si farà!”.E’ con un grido di esultanza che i PortaVoce messinesi del MoVimento 5 Stelle accompagnano la nota diffusa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti riguardante la creazione di un’AP alla quale faranno capo i porti di Messina e Milazzo per la Sicilia e Villa San Giovanni e Reggio Calabria per la Calabria.
“Ci siamo battuti per anni affinché la Riforma dei Porti voluta dal precedente Governo non penalizzasse l’area dello Stretto di Messina e le sue peculiarità – continuano i pentastellati – e la notizia di oggi ci riempie di gioia ed orgoglio. Pendolari e passeggeri di Sicilia e Calabria torneranno al centro dell’interesse pubblico, così come avevamo promesso una volta saliti al Governo. Il Ministro Toninelli ha mantenuto quanto annunciato ad agosto e questo non fa che confermare la bontà delle nostre azioni e la coerenza tra parole e fatti”.
La verità è che l’Unione Europea non è affatto convinta della bontà di una simile operazione. Intanto perché non c’è un porto core tra le quattro ” nominate” e tre ( c’è Augusta) in 150 chilometri è roba impensabile. Ma l’idea di due Autorità diverse nella stessa provincia, ovvero Gioia Tauro e Reggio Calabria, appare demenziale. Insomma, mossa da pura propaganda. O, semplicemente, azzerare un atto del precedente governo.

Porto di Messina
Porto di Messina
Porto Villa San Giovanni
Porto Villa San Giovanni
Porto Reggio Calabria
Porto Reggio Calabria