Premio Ofelia e Collari Accademici: Ristoworld premia l’eccellenza umana e professionale

L’Istituto “Ardizzone Gioeni“ di Catania ha ospitato la cerimonia di consegna del Premio Ofelia e dei Collari Accademici, indetta dall’associazione Ristoword Italy. L’inizio dei lavori è stato affidato al presidente Ristoworld, lo chef Andrea Finocchiaro, il quale ha illustrato il programma di tutte le iniziative svolte dell’anno in corso e quelle previste per il 2017.

Tanti gli eventi per il sociale per Ristoworld, ma in particolar modo si è soffermato sul Nucleo Emergency di Protezione Civile specializzato in cucina da campo, che opera in caso di calamità naturali e che in questo momento è presente nelle Marche con 4 volontari che gestiscono una cucina da campo con erogazione di circa 1600 pasti al giorno.

Per il Premio Ofelia è salita sul palco la dottoressa Alessandra Distefano, (Randazzo) farmacista ed esperta in tematiche alimentari e medicina naturale, giornalista pubblicista con all’attivo numerose pubblicazioni anche poetiche. Poi è stata la volta della dott.ssa Vincenza Mola, presidente della ProLoco di Sinagra, promotrice di eventi e rassegne culturali nel comprensorio dei Nebrodi, ambasciatrice dei luoghi e delle tradizioni siciliane.

Premio anche Ilaria Bertinelli (Parma), amministratrice unica di una società di servizi linguistici, scrittrice di un volume di piatti gluten free e sugar free, con il patrocinio di AIC e AGD Italia, dedicato a sua figlia Gaia e a tutti quei bambini affetti di diabete di tipo 1 e celiachia. Attiva con il suo blog è costantemente impegnata in un progetto di sensibilizzazione che porta in giro per l’Italia.

Premio Ofelia a Giacomo Gelsomino (Stoccarda) figlio d’arte, uno dei pasticceri siciliani più famosi in Germania. Cavaliere e chef di Casa Cernetic è interprete della migliore tradizione di pasticceria siciliana che trasferisce alle nuove generazioni con passione ed entusiasmo.

Anche Anna Laura Mattesini (Cosenza),  food blogger attivissima, ha ricevuto il Premio Ofelia per il suo impegno nell’opera di salvaguardia e promozione della cultura enogastronomica della sua regione, la Calabria.

E’ stata poi la volta di un grande artista siciliano Eugenio Piazza (Caltagirone), il quale ha legato indissolubilmente il suo nome al Teatro Stabile della Primaria Compagnia dell’Opera dei Pupi di Caltagirone. Grazie a lui, l’antica arte dei pupi siciliani, patrimonio dell’Unesco, rivive.

Nel corso della serata è stato consegnato l’attestato del Premio della Critica a Sabina Martorana, imprenditrice della provincia di Messina con la passione dei dolci e del cake designer,  per il contest “Piatti sotto l’ombrellone” e le segnalazioni d’onore a Giuseppe Rinaudo, Ina Reale Ruffino e Tony Schilirò, ristoratori in diverse città.

I premiati con il Collare Accademico Rosso, la massima onorificenza in associazione, sono stati: il maestro pasticcere di Caltanissetta Lillo Defraia, davvero la memoria storica della pasticceria siciliana; Giampiero Panvini Commissario Straordinario dell’Istituto Ardizzone Gioeni di Catania; Salvatore Arcidiacono vicepresidente nazionale  Aibes (Associazione Italiana Barman), che tramite la professionalità degli associati porta in giro per il mondo il buon nome del Made in Italy e del buon bere; il Cav. Maurizio Massimino, capo del cerimoniale del Comune di Acireale ed esperto in protocollo.