TBC a Gela ma non c’è il reparto al nosocomio cittadino

Un caso di tubercolosi diagnosticato al Vittorio Emanuele di Gela. Si tratta di un giovane migrante che si è recato al nosocomio di Caposoprano dopo i primi sintomi. I medici, però, non hanno potuto fare altro che metterlo in isolamento in una stanza della struttura, data la chiusura del reparto di malattie infettive.

Attendono il via libera al trasferimento, di modo che il giovane possa ricevere le necessarie cure in un’altra struttura ospedaliera. Una delle tante mancanza di un sistema sanitario locale sempre più in crisi di servizi.

Ospedale Vitt. Emanuele
Ospedale Vitt. Emanuele