pagamento tia sant'agata militello

Ingiunzione di pagamento annullato per un commerciante di S. Agata Militello: non dovrà pagare 5.000 euro

Non dovrà pagare le cinquemila euro che gli erano state imposte attraverso la notifica di un’ingiunzione di pagamento dall’ex società di gestione del servizio rifiuti Ato Messina 1. La Commissione tributaria provinciale di Messina ha accolto il ricorso di un commerciante di Sant’Agata Militello, annullando l’ingiunzione di pagamento.

Riconosciuta dalla commissione tributaria la prescrizione del credito, poiché l’intimazione sarebbe stata notificata oltre il termine di decadenza dei tre anni dalla notifica delle fatture. Il commerciante, assistito dall’avvocato Daniela Scurria, si era visto infatti notificare l’ingiunzione da parte dell’Ato Messina 1 S.p.a., relativa al mancato pagamento di alcune fatture dell’allora TIA, tariffa d’igiene ambientale, oggi sostituita dalla Tari, relative agli anni 2010, 2011 e 2012.

La pronuncia della commissione tributaria di avventura prescrizione del credito, secondo il legale santagatese “ha sancito l’importante principio per cui sono prescritte, e quindi vanno conseguentemente annullate, le ingiunzioni di pagamento relativa alla tariffa di igiene ambientale notificate da parte dell’Ato oltre il termine di tre anni dalla notificazione della fattura”.

Un’altra sconfitta di una società che per lunghi anni ha gestito il servizio rifiuti ATO Messina 1 facendo il bello e il cattivo tempo, grazie anche a sindaci compiacenti o, di Giuseppe Romeo — 29 Settembre 2018

Messina
Messina

sicilia