Barcellona PG

Barcellona Pozzo di Gotto. Si continua a scavare, alla ricerca di armi e munizioni della mafia.

Le armi della mafia barcellonese. E non solo. Uno schieramento di carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Barcellona Pozzo di Gotto, coadiuvato dai Cacciatori di Sicilia, dal Reparto cinofili e con l’apporto di una squadra di vigili del fuoco munita di escavatore, sta scavando in un vasto appezzamento di terreno che si estende dal lungomare Marchesana di Terme Vigliatore a contrada Salicà.
Le operazioni si sono protratte per l’intera giornata e sono state disposte dalla Procura distrettuale antimafia di Messina. Investigatori alla ricerca di armi e munizioni occultate dai clan della zona.
L’attività è stata disposta sulla scorta di dichiarazioni rese agli inquirenti dal collaboratore di giustizia Aurelio Micale, barcellonese, che ha già svelato i contorni di 13 omicidi