Gioia Tauro (RC) Convegno su città metropolitana e area portuale dello stretto.

Gioia Tauro (RC)
Gioia Tauro (RC)

«Bisogna accorciare lo Stretto, renderlo un unico ambiente». Così Tonino Genovese, segretario generale della Cisl Messina, si è espresso durante i lavori del convegno su «La Città Metropolitana: dall’area portuale all’area dello Stretto», che si è tenuto ieri a Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria e che ha visto protagonisti dirigenti ed esperti calabresi sotto la regia della Cisl reggina. 

Tonino Genovese ha ricordato come «da anni si dibatta sull’integrazione dell’area dello stretto e adesso che anche la normativa. con la costituzione delle due città metropolitane di Messina e Reggio Calabria, va in quella direzione, bisogna lavorare per integrare le due aree attraverso azioni condivise e comuni, dando una coerenza alla mobilità delle persone e delle merci. Per renderci un’unica grande città e per fare questo riteniamo sia necessaria la costruzione del ponte».

Genovese ha posto l’accento anche sul tema dell’integrazione delle Autorità Portuali evidenziando come «una unica Autority che governi il sistema portuale in termini di sviluppo è per Messina, Milazzo, Reggio Calabria e Gioia Tauro una prospettiva. Nelle more, comunque, bisogna tenere conto delle specificità e sciogliere il nodo legato alla governance».

Il segretario generale della Cisl di Messina ha auspicato che il Ministro Delrio si esprima sulla richiesta del governatore Crocetta: «Non per alimentare divisioni, ma per dare coerenza e sviluppare sinergicamente tutte le azioni e non consentire che i porti calabresi e messinesi siano compressi ma possano avere una valenza strategica per l’intero Mediterraneo».