Antonello Montante

Processo Montante, ipotesi di scarcerazione entro metà novembre

Colpo di scena a Caltanissetta al processo a carico di Antonello Montante. Il gip si è rimesso alla decisione del presidente del Tribunale, Davide Marraffa, a decidere sull’eccezione di incompatibilità del Gup ed in caso che questa venga confermata dovrà esserne nominato un altro. Nel frattempo si ferma l’udienza preliminare nei confronti di Antonello Montante e degli altri imputati ma c’è ancora il tempo per evitare la scadenza dei termini di custodia cautelare prevista per il 14 novembre prossimo.  Se l’udienza preliminare non si dovesse concludere entro quella data, Montante lascerà il carcere, come prevede la legge.
Era stato l’avvocato Marco Giunta, difensore degli imprenditori Andrea e Salvatore Calì, titolari di un’impresa che avrebbe effettuato la bonifica delle microspie negli uffici di Montante, a rilevare che nella fase delle indagini preliminari, il 24 dicembre 2016, il giudice Davide Salvucci, aveva autorizzato la proroga di un’intercettazione di uno degli imputati. Circostanza che lo rende incompatibile.
Udienza aggiornata al 31 ottobre.