Angiolella Bottaro

Capo d’Orlando, i consiglieri di minoranza Micale e Bottaro, accendono i riflettori sullo stato di sicurezza delle scuole

I Consiglieri comunali di minoranza del Comune di Capo d’Orlando, Micale e Bottaro hanno fatto pervenire sul tavolo del sindaco e del presidente del Consiglio, una circoscritta e puntuale interrogazione sullo stato di sicurezza delle scuole orlandine.

I sottoscritti consiglieri comunali Salvatore Alessio Micale, Angiolella Bottaro, nell’esercizio delle proprie funzioni, premesso che, l’istituzione scolastica ha un valore primario nella società e  ne rappresenta uno degli elementi fondamentali per la formazione personale, umana e culturale di chi la frequenta.  Maggiore è il livello e la qualità dell’istruzione in un paese, maggiore sarà la qualità di vita della sua popolazione. La traduzione di una scuola efficiente è una società che funziona meglio, a tutti i livelli. Connessi alla proposta didattica sono naturalmente i luoghi e i supporti per realizzare nel modo più efficace e in linea con i tempi le attività. Non secondaria, anzi fondamentale la sicurezza negli ambienti scolastici.

Considerato che, tutte le istituzioni ad essa collegate, nell’esercizio delle proprie funzioni ed in considerazione delle responsabilità e attribuzioni, hanno il dovere di esprimere disponibilità e rapidità nella risoluzione dei problemi.

Tenuto conto che, sono certamente positive le notizie che riguardano gli interventi di adeguamento antisismico e strutturale degli edifici scolastici statali, ammessi in graduatoria e quindi finanziati e altresì quelle che riguardano le palestre a queste annesse.  La realizzazione di questi progetti non sarà immediata, alcuni sono previsti per l’anno 2019.

E’ necessario, nell’attesa che il lavoro svolto trovi realizzazione, risolvere senza attendere oltre, le problematiche immediate connesse alla quotidiana vita scolastica.

Considerato che, a seguito di sopralluoghi effettuati in alcuni edifici scolastici orlandini sono state riscontrate numerose criticità, talune chiaramente generate da inadempienze e disattenzioni della Sua amministrazione, oltre che da ingiustificata lentezza  nella risoluzione degli interventi. In special modo sullo stato di sicurezza delle strutture, sull’adeguamento alle norme di prevenzione e protezione contro gli incendi, sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Lampanti  le criticità legate all’arredamento che ormai appare vetusto, logoro e indecoroso e quasi non più funzionale. Sembra assolutamente tardivo e limitato, conseguente a reiterate richieste, l’impegno di spesa per l’acquisto di arredi scolastici per alcune scuole.

L’impianto elettrico da sostituire in parte, gli infissi, i bagni, le ringhiere esterne, l’accesso e l’uscita degli alunni di scuola primaria di secondo grado, sono emergenze che non possono piû attendere. Risulta evidente, alla luce di questi ed altri numerosi elementi, che non è adeguata ne efficace ne l’attività di programmazione degli interventi, né la tempistica nella  risoluzione dei problemi. Per maggior comprensione, l’emblema che descrive questa situazione complessiva è il cortile delle scuole elementari di Via Roma, oggetto di Nostra attività ispettiva, da oltre un anno sembra un campo di patate, nonostante le innumerevoli responsabilità della Sua e della passata amministrazione e le sue rassicurazioni sulla sistemazione dell’area in tempi brevi ed a costi ridotti.

Firmato: Alessio Micale e Angiolella Bottaro

Insomma, oltre al sindaco e al presidente del consiglio comunale, l’interrogazione è destinata anche a richiamare l’attenzione dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Andrea Paterniti che, dopo due anni e mezzo di gestione di questo delicatissimo settore, non ha certo brillato nelle sue funzioni. Sarebbe ora che desse un segnale di vita.