Sismografo

Cinque scosse di terremoto tra Calabria e il Messinese. La più forte di magnitudo 3.4

Una scossa di magnitudo 3.4 e altre quattro lievi scosse si sono registrate tra la Sicilia e la Calabria. A rilevarle l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. La più forte appunto di magnitudo 3.4 è stata registrata al largo del mar Tirreno meridionale tra la Calabria e la Sicilia. I sismografi dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno individuato il sisma alle 4:40 ad una latitudine di 38.01, a una longitudine di 14.8 e ad una profondità di 423 chilometri. Le altre quattro lievi scosse sono state registrate tra Tortorici e Galati Mamertino, nel Messinese, tra le 4:40 e 5:16: la prima di magnitudo 1.5 a 3 chilometri a Sud ovest ad una profondità di 9 chilometri, poi una di magnitudo 1.6 a tre chilometri a Sud ovest di Tortorici ad una profondità di 9 chilometri.

Una scossa di magnitudo 1.8 registrato a un chilometro Sud est di Galati Mamertino alle 4:46. La scossa è stata registrata a una profondità di 9 chilometri. Infine, un terremoto di magnitudo 1.7 è avvenuto nella zona a 6 chilometri a Sud di Tortorici alle 5:16 a una profondità di 8 chilometri.