Fiera della zootecnia, accordo tra Comune di Acquedolci e Università di Messina

Interessante protocollo d’intesa tra il Comune di Acquedolci rappresentato dal dinamico vice sindaco, dott. Salvatore Oriti e l’ateneo messinese rappresentato dal suo vertice. Dunque, anche l’Università degli Studi di Messina ha aderito al progetto ideato dal comune di Acquedolci per la promozione della ricerca sulla filiera zootecnica dei Nebrodi, legata alle razze autoctone ed ai loro prodotti, per esempio il Cavallo Sanfratellano, il Suino Nero dei Nebrodi, la Bovina Rossa Siciliana e la Capra Messinese. L’ateneo messinese ha dunque avviato l’iter, già varato nelle scorse settimane dall’Università di Catania, per la sottoscrizione del protocollo di intesa, con la Regione, gli altri atenei siciliani ed il Comune di Acquedolci volto alla realizzazione di una “Fiera-Mercato della biodiversità di interesse agro-zootecnico dei Nebrodi”.  Tanta storia ma anche tanta qualità certificata dai progetti di ricerca e dalle pubblicazioni scientifiche, quale supporto al territorio.

All’incontro tenutosi al Rettorato di Messina hanno partecipato il Rettore prof. Salvatore Cuzzocrea, con i professori Filippo Grasso, Roberto Montanini e Vincenzo Chiofalo, ed il vice sindaco di Acquedolci Salvatore Oriti.