Palazzo Municipale Capo d'Orlando

Il bilancio di un anno del sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrillì

E’ stato un anno intenso di lavoro, secondo il sindaco di Capo d’Orlando Ingrillì che prosegue, un anno in cui siamo stati costretti a confrontarci con le note e croniche difficoltà economiche che ci accomunano a praticamente tutti i centri siciliani. Ciononostante siamo andati avanti in una battaglia che ritengo virtuosa e che ha portato i suoi frutti nel campo del taglio alle spese e del recupero dei crediti. Siamo riusciti ad allineare il pagamento degli stipendi dei dipendenti a tempo indeterminato e a tempo determinato e, soprattutto, abbiamo avviato le  procedure per la stabilizzazione dei 135 precari in servizio al Comune. Un traguardo atteso e meritato, frutto di aspettative legittime maturate negli anni da parte di chi rappresenta senza dubbio la spina dorsale della macchina comunale.
E poi mi piace sottolineare, l’attività di programmazione che ci ha permesso di portare a casa risultati importanti come i sei progetti ammessi a finanziamento per complessivi sette milioni di euro finalizzati all’adeguamento sismico per altrettante scuole di Capo d’Orlando. Nella graduatoria rientrano i lavori per la scuola di contrada Forno, per la Scuola Media “Mancari” di Via Piave , per il plesso scolastico di contrada Vina, la Scuola di Piscittina e la Scuola elementare di Via Roma oltre al  miglioramento sismico per la Scuola di contrada Furriolo. Abbiamo sempre avuto a cuore la sicurezza degli edifici scolastici e in questa direzione abbiamo impiegato tempo e risorse.
Sempre per rimanere nel campo dell’edilizia scolastica, è un raggiante sindaco che lo spiega, abbiamo ottenuto i fondi per le palestre a servizio della Scuola Materna ed Elementare di contrada Vina e della Scuola Media “Ernesto Mancari” di Via Piave, mentre sono iniziati i lavori per la realizzazione della palestra polivalente indoor a servizio della scuola di Furriolo. Tutti risultati concreti che certificano l’attenzione riservata alle scuole e agli studenti che avranno spazi idonei dove poter svolgere attività fisica, ma si tratta di strutture che possono essere impiegate ad di fuori dell’orario scolastico.
Inoltre, abbiamo recuperato la piena disponibilità dell’edificio ex Istituto Merendino sul Lungomare Doria, un bene che torna a pieno titolo nel patrimonio immobiliare comunale.
Sempre nell’ambito della programmazione, abbiamo ottenuto l’inserimento  in un primo stralcio di finanziamenti del Ministero dell’Ambiente del progetto per la difesa dell’arenile nei tratti compresi tra la foce del Torrente Zappulla e i pennelli stabilizzatori realizzati dalla Provincia e dal Faro alla zona di Villa Bagnoli. Risorse importanti, che rientreranno nel progetto complessivo di difesa del litorale, il contratto di costa, sottoscritto alla Regione con il Governatore Musumeci e i sindaci del comprensorio. L’obiettivo comune e prioritario della difesa della costa riveste un’importanza strategica da un punto di vista ambientale, sociale ed economico.

La complessità di amministrare un Comune come quello di Capo d’Orlando è una sfida avvincente che deve far leva sulla collaborazione di tutti. Per questo mi piace sottolineare con soddisfazione i dati sulla raccolta differenziata in costante aumento a testimoniare una accresciuta consapevolezza e maturità civica da parte della nostra città e dall’altro la lotta all’evasione che ci sta portando a ridurre in modo drastico il numero di quanti finora non hanno pagato la tariffa.

Garantire standard elevati di vivibilità con una alta qualità dei servizi, credo che sia ormai un marchio di fabbrica per la nostra città che punta alla promozione turistica e alla valorizzazione delle peculiarità naturalistiche e culturali: in questa direzione, puntiamo alla riqualificazione e alla rinaturalizzazione del Sentiero Goletta che abbiamo riconsegnato alla fruizione pubblica, all’adeguamento della rete fognaria a Vina e Malvicino, alla ristrutturazione con relativo risparmio energetico del municipio, ma anche ai lavori per la mitigazione del rischio idrogeologico per la difesa idraulica dei Torrenti che attraversano il territorio comunale.
L’impegno è costante e a 360 gradi conclude il sindaco. Con pazienza, costanza e determinazione consegniamo alla città opere e risultati. Il 2019 raccoglieremo altri frutti, per il benessere e la crescita di Capo d’Orlando.
A tutti gli orlandini auguriamo un anno di serenità, sorrisi e soddisfazioni.

Franco Ingrillì
Franco Ingrillì