Tribunale Patti

… Aspettando il 2019

Ci avevano comunicato l’arrivo di un ‘purosangue’ alla Procura di Patti. Ci avevano assicurato che, con dinamismo e concretezza, si sarebbe fatto ordine tra i faldoni accatastati ed aria nuova si sarebbe diffusa in un contesto dove accade raramente qualcosa di eclatante. In realtà, vi risulta iniziata l’opera di pulizia nel settore delle costruzioni abusive, da sempre terra di nessuno nella provincia messinese, nonostante un protocollo d’intesa siglato alcuni anni fa con la Procura generale della Corte d’Appello di Messina? Vi risulta, nonostante l’arroganza di alcuni ben noti gestori della monnezza nel territorio messinese,  sia stata aperta mai un’inchiesta per vederci più chiaro? Rispondiamo: “siamo in trepida e convinta attesa che pulizia ci sarà”.

A chi spetta, in fondo, il compito di difendere e tutelare gli onesti ed indifesi cittadini da coloro che prepotentemente infilano le mani nelle loro tasche? Non preoccuparti, mi rincuoravano gli amici, perchè alla Procura di Patti non arriverà Ribot ma certamente giungerà un cavallo di razza, che con i suoi zoccoli farà tanto rumore. Ahimè, però, sono passati diversi mesi, ormai, e del purosangue dalla figura slanciata ed il pelo nero, ancora non si è vista alcuna impresa. A questo punto un dubbio feroce si è impossessato di noi tutti: “Non sia mai che il cavallo sia stato azzoppato lungo la strada e nessuno ci tiene informati della sua e nostra sorte? Non ci resta che rimanere fiduciosi, presto ogni cosa sarà rimessa al proprio posto.

Buon anno di cuore al nostro purosangue e che il 2019 sia foriero di successi!