Petrosino Stazione

Senza biglietto, minore fatta scendere a Petrosino e al buio

Proteste per il comportamento  sin  troppo rigido di un controllore del treno sulla tratta Marsala – Mazara del Vallo. Una ragazzina non è riuscita a fare il biglietto, voleva farlo a bordo, come accade a tanti, dato che a Marsala e a Mazara del Vallo non c’è la biglietteria ma la macchina automatica, spesso fuori funzione, solo che il controllore, un po’ troppo fiscale, le ha imposto di scendere, da sola, a Petrosino.

A denunciare l’accaduto è la mamma della ragazzina, la signora Stella:

“Questo pomeriggio è successo un fatto molto grave di cui voglio parlarvi. Mia figlia prende il treno alle ore 19,06 alla stazione di Mazara del Vallo. Non fa il biglietto perché la macchinetta è rotta e quindi decide di farlo a bordo. Poco dopo passa un controllore e mia figlia gli spiega il motivo per cui non ha il biglietto e che intende farlo in quel momento. Il controllore la costringe a scendere alla stazione di Petrosino insieme a tre ragazzi di colore, anch’essi senza biglietto. Ora, ditemi se è normale che si costringa una ragazza minorenne a scendere di sera in una stazione assolutamente poco sicura,e chi è della zona lo sa,con estranei di cui non si conoscono le intenzioni. Mia figlia è rimasta quasi un’ora in quella situazione. Spero che questo signor controllore sia andato a casa soddisfatto per lo zelo con cui esegue il suo lavoro e che sia cosciente della responsabilità che si è assunto. A me stessa auguro di non doverlo mai incontrare di persona”.

C’è chi dice che, a norma di regolamento, il controllore (che pare sia noto per la sua severità) non poteva lasciare da sola la ragazzina, poiché minorenne, ma al massimo farla accompagnare dalla polizia ferroviaria. Per il resto, il dibattito è aperto…