Belmonte Mezzagno

Omicidio di chiara matrice mafiosa a Belmonte Mezzagno

Il suocero di Vincenzo Greco era Filippo Cassella ucciso a 32 anni il 10 marzo del 1994. In quel delitto rimase ferita un’altra persona. Fu uno dei tanti omicidi che insanguinarono quella zona nel palermitano in un periodo di guerra tra i clan mafiosi per accaparrarsi il potere.  La vittima di stasera era allora 12 enne. Gli investigatori stanno comunque interrogando e amici e familiari per tentare di chiarire il movente di questo assassinio.

A dicembre scorso un’indagine, coordinata dalla Dda guidata da Francesco Lo Voi, ha svelato il tentativo di ricostituire la commissione provinciale mafiosa ormai «in sonno» dai primi anni ’90. In una maxi operazione dell’Arma denominata non a caso Cupola 2.0, finirono in manette altre 45 persone: capimafia, estortori, gregari dei mandamenti di Pagliarelli, Porta Nuova, Villabate e Misilmeri e Belmonte Mezzagno.

 Misilmeri (Pa)
Misilmeri (Pa)
Villabate
Villabate
Francesco Lo Voi
Francesco Lo Voi