Capo d’Orlando, la civiltà che indietreggia

Ci eravamo occupati,rimboccandoci le maniche in tutti i sensi ,poco meno di un mese fa, della pulizia del territorio cercando di rendere più presentabile ma soprattutto decoroso, non solo il salotto del centro ma anche gli angoli più nascosti del nostro territorio.6
Avevamo gioito dei risultati ottenuti quasi nell’immediato uno fra tutti la bonifica dell’area di tavola grande.5 Ci ritrovammo nel giro di pochi giorni a scoprire che il territorio non era ancora educato ad essere lasciato libero e consigliammo all’amministrazione di sorvegliare quelle zone che con qualche giro di perlustrazione avevamo scoperto ambite ad alcuni incivili che buttavano la spazzatura. Ritornando però ad oggi può essere stato tutto vano?.4