Rosario Livatino

Chissà cosa penserà Rosario Livatino?

Maria Giovanna Romeo
Maria Giovanna Romeo

Oggi Salvatore Cardinale, agrigentino, 72 anni, ha lasciato la toga e la presidenza della Corte d’Appello di Caltanissetta. Gli subentra Maria Giovanna Romeo, palermitana. Detto così, significa poco, forse zero. Ma Maria Giovanna Romeo è quel pm che nel 1986 piombò ad Agrigento da Carbonia, dalla Sardegna, e di lei s’innamorò perdutamente Rosario Livatino. No, non c’è scritto né nelle biografie, né su libri e contesti tv sul giudice ragazzino, poi assassinato. I giornalisti del tempo e i curatori di film e biografie preferirono puntare su un’avvocatessa inesistente.

Fidatevi del cronista che, al tempo, dirigeva il quotidiano L’ECO di Agrigento. E Totò Cardinale? Beh, lui  fu il pm del processo alla mafia agrigentina e non , denominato Santa Barbara. Ah, c’era un pool al tempo con dentro anche Livatino. Lo lasciavano sempre solo a firmare certi atti. Un altro pm parecchio anti Livatino è stato a Patti come procuratore capo e oggi è procuratore generale  a Cagliari. Al primo sentor di lupara si rifugiò a Roma.  Come Riggio, il presidente del Collegio per Santa Barbara.