Gioiosa Marea, ME

Gioiosa Marea, maltrattamenti ed atti persecutori in famiglia

Nel corso della serata di ieri, i carabinieri della stazione di Gioiosa Marea, nel Messinese, in esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare, hanno arrestato un 40enne originario di Patti, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia aggravati ed atti persecutori posti in essere nei confronti della ex convivente.

Da qualche tempo, la vita tra i due era diventata un vero inferno e per lungo tempo i militari hanno controllato segretamente la vita in due in particolare il comportamento dell’uomo che, già nel mese di dicembre, era stato colpito da un provvedimento di divieto di avvicinamento nei confronti della donna, cogliendo nella sua condotta nuovi elementi di pericolosità. Il soggetto, infatti, persisteva nell’attuare continui tentativi di avvicinare la vittima e provava a comunicare insistentemente con lei, violando le prescrizioni già impostegli.

Tali inquietanti circostanze sono state subito trasmesse  alla procura della Repubblica di Patti ed il sostituto procuratore, Giorgia Orlando, ha immediatamente richiesto l’emissione del provvedimento cautelare restrittivo, concesso dal presidente del tribunale di Patti, Ugo Scavuzzo. L’uomo è stato, pertanto arrestato e dopo le formalità di rito condotto presso la propria abitazione ove resterà ristretto in regime di arresti domiciliari.

Tribunale Patti
Tribunale Patti
Giorgia Orlando
Giorgia Orlando