Lampedusa

Nave Jonio a un miglio abbondante da Lampedusa

La nave Mare Jonio dall’associazione Mediterranea Saving Humans si trova a un miglio e mezzo da Lampedusa. L’imbarcazione battente bandiera italiana, che è ripartita sabato da Palermo,  ieri ha soccorso in maree 50 migranti – tra i quali 12 minori – a bordo di un gommone in avaria. Già ieri pomeriggio era arrivata la richiesta di un porto sicuro alle autorità italiane. Per il ministro dell’Interno Matteo Salvini, però, «i porti erano e rimangono chiusi»: infatti non è arrivata nessuna autorizzazione allo sbarco. Il leader della Lega, inoltre, ieri ha inviato a polizia, carabinieri, guardia di finanza, capitaneria di porto, marina militare una direttiva per il coordinamento unificato dell’attività di sorveglianza delle frontiere marittime e per il contrasto all’immigrazione illegale. «Possono essere curati, vestiti, nutriti. Gli possiamo dare ogni genere di conforto ma in Italia con il mio permesso non mettono piede», ha affermato il vicepremier.

In aggiornamento

 «La nave Mare Ionio è italiana e il nostro porto è aperto e pronto ad accoglierla», ha dichiarato invece il sindaco di Lampedusa Totò Martello , che aveva già smentito Salvini accontando che sull’isola gli sbarchi continuano.

Nave Jonio
Nave Jonio