Siculiana Marina

Sbarchi fantasma nell’Agrigentino

Sono arrivati direttamente sulla spiaggia – quella di Siculiana Marina, nell’Agrigentino  – senza che si innescassero avvistamenti, né soccorsi. Giunti a pochi metri dalla riva, la “carretta del mare” è stata abbandonata e, senza alcuna esitazione, i migranti si sono fiondati immediatamente sulla terraferma e, in piccoli gruppetti, si sono dileguati. E’ accaduto tutto durante la notte. Qualcuno, notando movimento fra l’arenile, la statale e le campagne circostanti, ha però capito ed ha fatto scattare l’allarme. Una trentina, complessivamente, i tunisini sbarcati grazie ad un cosiddetto approdo “fantasma”.

Notte di ricerche per i carabinieri della stazione di Siculiana che sono stati aiutati dai colleghi delle stazioni di Realmonte e Cattolica Eraclea. Anche da Agrigento sono sopraggiunte in zona, per effettuare il rastrellamento del territorio, diverse pattuglie. Fino a poco fa, sono stati complessivamente 25 i migranti intercettati e bloccati. L’ultimo, un minorenne, è stato trovato mentre – da solo – camminava lungo la strada statale in direzione Cattolica Eraclea. Tre o quattro le persone in ipotermia che sono state subito assistite dagli stessi militari dell’Arma.

Nel gruppetto dei 25 tunisini già bloccati anche 4 minorenni. Le ricerche, naturalmente, proseguono. Ne dovrebbero mancare all’appello circa cinque. Ma non è escluso che possa anche essercene qualcuno in più. La stima infatti parla di una trentina di persone.

carabinieri di Realmonte
carabinieri di Realmonte