Messina

Un geometra minaccia gli operai di una ditta, arrestato per tentata concussione

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari di Messina su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, i carabinieri hanno arrestato un 35enne per tentata estorsione aggravata. In manette è finito Giovanni Campanella anni 35 geometra, residente zona sud della città , socio di una ditta di costruzioni. Il provvedimento nasce da un’indagine del Nucleo Operativo che ha accertato che Campanella ha minacciato gli operai delle ditte impegnate nei lavori di scavo per la posa dei cablaggi in fibra ottica, obbligandoli a interrompere i lavori che, complessivamente, ammontano a 27 milioni di euro.

“Ci dobbiamo campare anche noi”, avrebbe detto e in una circostanza avrebbe anche schiaffeggiato uno degli operai.

I carabinieri hanno avviato le indagini a seguito della denuncia presentata dal rappresentante di una delle ditte appaltatrici che ha raccontato che un dipendente aveva subito intimidazioni. Gli accertamenti successivi hanno permesso di appurare che analoghe minacce erano state rivolte, nelle giornate precedenti, quasi a tutte le ditte impegnate nella posa della fibra ottica i cui cantieri erano aperti in città. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Messina Gazzi.

Carcere Gazzi Messina
Carcere Gazzi Messina