Mezzojuso

Gli ispettori antimafia al comune di Mezzojuso (PA)

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha deciso di inviare degli ispettori antimafia al comune di Mezzojuso, in provincia di Palermo. A quanto si apprende, il Comune era da tempo sotto la lente del Viminale. La decisione ha subito un’accelerazione dopo che l’attuale sindaco Salvatore Giardina – durante un’intervista televisiva di Massimo Giletti – ha confermato di aver partecipato nel 2006 alla tumulazione del boss mafioso don Cola. All’epoca l’attuale sindaco era assessore.

“L’invio degli ispettori del Viminale al comune di Mezzojuso è un atto dovuto per fare chiarezza su quanto è successo e continua ad accadere nel nostro territorio”. Irene, Ina e Anna Napoli, commentano così la decisione del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Mezzojuso, Salvatore Giardina, cronacaIl ministro dell’Interno Matteo Salvini ha deciso di inviare degli ispettori antimafia al comune di Mezzojuso, in provincia di Palermo. A quanto si apprende, il Comune era da tempo sotto la lente del Viminale. La decisione ha subito un’accelerazione dopo che l’attuale sindaco Salvatore Giardina – durante un’intervista televisiva di Massimo Giletti – ha confermato di aver partecipato nel 2006 alla tumulazione del boss mafioso don Cola. All’epoca l’attuale sindaco era assessore.

“L’invio degli ispettori del Viminale al comune di Mezzojuso è un atto dovuto per fare chiarezza su quanto è successo e continua ad accadere nel nostro territorio”. Irene, Ina e Anna Napoli, commentano così la decisione del ministro dell’Interno Matteo Salvini.