Ieri in aula consiliare tante parole, è ora di fatti.

Un consiglio straordinario premonitore, quello di ieri pomeriggio indetto per la surroga del consigliere Trifilò con il consigliere Mangano, secondo degli eletti della lista  “Muovi Capo d’Orlando – Uniti per crescere” a sostegno della candidatura di Salvatore Librizzi nelle amministrative 2016.

Al rito di prassi di giuramento e allocazione tra gli scranni della minoranza consiliare, il neo consigliere Renato Mangano ha esposto in sintesi le sue intenzioni di agire politico. Ha puntato l’indice sulla necessità di rivedere il sistema di gestione e raccolta dei rifiuti urbani e dei servizi ambientali connessi, rimarcando l’urgenza di applicare una “tariffa puntuale” (effettivi rifiuti prodotti) che sostituisca la tariffazione collegata in base alle caratteristiche catastali dell’immobile. Altra problematica attenzionata è quella legata alla rivisitazione del PRG “per meglio armonizzare la gestione del territorio secondo una politica green che possa conciliare la bio sostenibilità con le legittime aspettative edificatorie da parte di cittadini ed imprese”.
Hanno preso la parola per dare il benvenuto al dottore Mangano e per sottolineare il contributo offerto alla comunità dalla dottoressa Daniela Trifilò,  il vice sindaco Gierotto, il presidente del consiglio Galipò e i consiglieri di minoranza e maggioranza. Unanime l’affetto manifestato nei confronti della Trifilò, un tributo sincero che ognuno ha espresso in base ai rapporti umani, personali o professionali instaurati con la consigliera dimissionaria. Molto sentito l’intervento del consigliere Sandro Gazia, che ha rimarcato le numerose mozioni presentate dalla Trifilò, approvate in consiglio ma non attuate dall’amministrazione. Dure le parole dei consiglieri Micale e Gazia riguardo al fatto che, nei mesi a venire, l’opposizione si propone di essere più vigile ed attenta. Da parte dei consiglieri di maggioranza Sergio Leggio, Scafidi, Liotta, Fardella e Facciolà hanno dato il benvenuto al neo consigliere rivolgendo un pensiero alla Trifilò.
Queste le parole, adesso ci aspettiamo i fatti! Cosa ci auspichiamo?
Vorremmo che la minoranza trovi in Renato Mangano un collega attorno al quale convergere e fare squadra meglio che negli ultimi tre anni. La delicata diplomazia della Trifilò sarà sostituita dalla competenza nell’ambito politico del consigliere Mangano?
Gruppo unito è vincente. Quindi perchè non sperare che almeno nella minoranza si trovi compattezza?
Ci aspetteremmo qualcosa in più anche dal consigliere indipendente Liotta, sempre aperta al dialogo, ma sempre più emarginata dai suoi più stretti colleghi.
Infondo, ciò che veramente si aspetta la comunità è che la surroga abbia un’influenza anche sulla maggioranza traballante e soporifera, anzi assopita, frastornata nel mare dei problemi che ogni giorno bussano al portone di Palazzo Europa.
Ci aspettiamo anche più verve dalla consigliera Giacoponello, combattiva e competente nel suo campo, purtroppo assente ieri sera. Avremmo avuto piacere a sentire cosa avrebbe augurato al collega di minoranza Mangano. Altro assente di ‘peso’, il consigliere Colombo, egregiamente sostituito dalla dott.ssa Facciolà nel porgere l’augurio di buon lavoro al neo consigliere.
Sono volate nell’aula consiliare parole come: dibattito costruttivo, confronto leale, collaborazione, responsabilità nel rispetto dei ruoli, anche una frase con “etica politica” mi pare di aver sentito. Bene, non possiamo che esserne contenti. Purtroppo però, a noi le parole non servono, ormai aspettiamo fatti, cose, impegni, vorremmo esser certi che la maggioranza Ingrilliana trovi una quadra ed, attraverso il rispetto degli uni verso gli altri, sia propositiva ed operosa, inclusiva e lontana da logiche politiche proprie delle fasi pre-elettorali.
Ieri sera, in quell’aula consiliare c’erano almeno 5 potenziali candidati a sindaco alle prossime amministrative (escluso il sindaco Ingrillì). Finiamola con le parole, ci aspettiamo un colpo di coda, passiamo ai fatti che lo ‘start’ per la corsa al trono è ancora lontano.