Lampedusa

Capitan Carola finisce ai domiciliari a Lampedusa

Notte in caserma per la comandante della nave Sea Watch, Carola Rackete, che andrà agli arresti domiciliari. La comandante, arrestata in flagranza di reato , ha indicato un’abitazione a Lampedusa come domicilio in cui scontare gli arresti.

Entro 48 ore la Procura di Agrigento, guidata da Luigi Patronaggio, dovrà chiedere al gip la convalida dell’arresto. Il giudice delle indagini preliminari ha altre 48 ore per fissare l’udienza, che si terrà ad Agrigento, in cui si dovrà decidere se convalidare o meno il provvedimento. Secondo quanto si apprende, Carola Rackete non verrà processata per direttissima, ma il caso seguirà le vie ordinarie.

Le accuse che i pm le rivolgono sono la violazione degli articoli 1100 del codice della navigazione, che sanziona con la pena massima di 10 anni chi fa violenza o resistenza a una nave da guerra, e il tentato naufragio, previsto dagli articoli 110 e 428 del codice penale, e sanzionato con la pena massima di 12 anni. La Procura, nelle prossime ore, valuterà anche se ci sono profili di reato nella condotta dell’equipaggio della nave. Nessuna responsabilità è invece configurabile per i parlamentari che sono a bordo della Sea Watch.

“Comandante fuorilegge arrestata. Nave pirata sequestrata. Maxi multa alla ong straniera. Immigrati tutti distribuiti in altri paesi europei. Missione compiuta” scrive su Twitter Matteo Salvini, che aggiunge: “Vergogna per il silenzio del governo olandese. Tristezza per i parlamentari italiani a bordo di una nave che non ha rispettato le leggi italiane, attaccando addirittura una motovedetta delle nostre forze dell’ordine. Giustizia è fatta”.

Con l’arresto in flagranza dovrebbe saltare l’interrogatorio previsto per oggi davanti al Procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella, dopo l’iscrizione nel registro degli indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La donna sarà interrogata dal gip di Agrigento durante l’udienza di convalida dell’arresto operato…

Carola Rackete
Carola Rackete
 Luigi Patronaggio
Luigi Patronaggio