Truffa ai danni dell’Agea da parte di un imprenditore agricolo oricense

I finanzieri di Capo d’Orlando hanno dato esecuzione ad una misura cautelare a firma del gip del Tribunale di Patti, Eugenio Aliquò, a carico di un imprenditore agricolo di Tortorici. La truffa è stata consumata ai danni dell’AGEA per una somma pari a 130mila euro.

Si tratta della misura interdittiva del divieto di esercitare, anche per interposta persona, attività di impresa e di ricoprire un qualsiasi ruolo societario e del sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 130 mila euro, considerati proventi illeciti.

Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle, dirette dal sostituto procuratore di Patti, Andrea Apollonio e coordinate dal procuratore Angelo Vittorio Cavallo, hanno portato alla luce un’articolata truffa perpetrata a danno dell’Agea, l’ente statale italiano che ha compiti di svolgimento delle funzioni di organismo di coordinamento e pagatore nell’ambito dell’erogazione dei fondi dell’Unione europea ai produttori agricoli.