BROLO, MUTUI FANTASMA O QUASI: TUTTI ALLA SBARRA

BROLO, MUTUI FANTASMA O QUASI: TUTTI ALLA SBARRA

broloTorniamo a parlarne ancora una volta dei cosiddetti mutui fantasma, che fantasma non sono più, del comune di Brolo, ridente cittadina in provincia di Messina.
Ricomincerà il 24 febbraio 2017 il processo a carico di 22 imputati nell’inchiesta sui mutui al comune. Il Gup del Tribunale di Patti, Eugenio Aliquò ha deciso per il rinvio a giudizio di Carmelo Arasi, ex ragioniere dell’ente, Salvo Messina, ex sindaco, Rossella Arasi, Antonella Campo, Rosa Castrovinci, Giusi Di Leo, Rosa Caranna, Elena Rosa Lo Vercio, Carmelo Gentile, Mario Messina, Costantino Maniaci, Enza Rifici, Antonino Masi, Antonino Giuffrè, Giovanni Scaffidi Mangialardo, Vittorio Astone, Rosa Gatto, Tina Gatto, Giuseppe Indaimo, Dario Presti, Domenico Caranna e Giuseppe Caranna. Dovranno rispondere a vario titolo di falso, truffa e peculato.
Nei confronti di Salvo Messina, Carmelo Arasi, Antonella Campo, Santo Caranna e Giusi Di Leo è contestata anche l’ipotesi associativa.
L’inchiesta, culminata nell’Agosto 2014 con l’esecuzione di dieci misure cautelari, mise nel mirino la stipula di cinque mutui da parte del Comune di Brolo, guidato da Salvo Messina, per un totale complessivo di oltre 4 milioni, indebitamente percepiti per opere mai realizzate o con delibere contraffatte e false attestazioni di lavori: nel corposo fascicolo dell’inchiesta figurano anche contributi alle società sportive ed i peculati da parte di ex amministratori e funzionari comunali.