aeroporto fontanarossa

Il mercoledi nero dei trasporti anche in Sicilia

Oggi è il primo dei due giorni di disagi per lo sciopero dell’intero settore dei trasporti. Garantite le fasce protette che dovrebbero limitare le conseguenze per i pendolari ma la Sicilia affollata dai turisti non vivrà certo una giornata tranquilla. La situazione più pesante riguarderà i treni con l’astensione dal lavoro che ha iniziato alle 9 per concludersi alle 17. Prevista un’adesione piuttosto alta che coinvolgerà anche i servizi sostitutivi di bus al momento operativi per l’interruzione della Palermo-Messina fra Patti e Gioiosa Marea. Anche la ferrovia metropolitana di Palermo e i collegamenti da e per l’aeroporto saranno coinvolti nello sciopero dalle 9 alle 17.

Gli autobus urbani e extraurbani si fermano dalle 9 alle 13 come la ferrovia e i bus della Circumetnea di Catania e il tram di Messina mente gli autubus urbani etnei Amt circolano regolarmente perchè lo sciopero è stato anticipato a qualche giorno fa. A Palermo si prevedono disagi limitati per le corse del tram e un’adesione più alta per le linee di autobus mentre nelle linee extraurbane è tradizione che lo sciopero abbia più effetti sulle tratte gestite dall’azienda regionale Ast e meno in quelle gestite dai privati. Nei porti il personale sciopera per 24 ore come pure i marittimi. I collegamenti nello stretto di Messina e per le isole minori verranno garantiti solo per le corse essenziali, generalmente saranno effettuate la prima e l’ultima corsa della giornata.

Sciopero dell’intera giornata anche per il personale Anas e per quello del Cas che però garantirà i servizi di controlli radio e di emergenza. Ma potrebbero macari i cantonieri sulle strade con possibili problemi in caso di incidenti e problemi di manutenzione straordinaria.

Venerdì toccherà al settore aereo ma con un provvedimento del ministero dei Trasporti lo sciopero dei dipendenti Alitalia che doveva durare per l’intera giornata si limita alla fascia oraria dalle 10 alle 14 come per tutti gli altri addetti del settore. Dai sei aeroporti siciliani saranno soltanto undici i voli garantiti dalla circolare dell’Ente Nazionale Aviazione Civile.

Oggi davanti le nove Prefetture dell’Isola saranno attivati presidi di lavoratrici e lavoratori per consegnare la piattaforma di rivendicazione sindacale ai Prefetti. I segretari generali regionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, Franco Spanò, Dionisio Giordano e Agostino Falanga saranno a Palermo. ~Lo slogan sarà: “Rimettiamo in movimento il Paese”.

Palermo Aeroporto
Aeroporto Comiso
, traghetti sullo Stretto