Palermo

A Palermo nel 2018 il 9,6 per cento di turisti in più

Nel 2018, anno di Capitale italiana della cultura e della biennale Manifesta, a Palermo sono arrivati 676mila turisti, un numero quasi identico ai residenti della città, il 9,6 per cento in più dell’anno precedente e il 19,3 in più del 2016.

Secondo i dati raccolti dall’ufficio statistico del Comune, crescono di più i flussi di stranieri – più 15,4 per cento e poco più di 343mila arrivi – che superano i visitatori italiani, 333mila e in crescita del 4,4 per cento. Se, invece, si analizzano le presenze, cioè il numero delle notti trascorse in città, il numero raddoppia a un milione e 454mila.

Ciò significa che, mediamente, i turisti si fermano a Palermo per 2,1 giorni (2,3 gli stranieri e 2 gli italiani). La gran parte dei turisti sceglie ancora le strutture alberghiere tradizionali (l’827 per cento), in crescita del 7,3 per cento rispetto al 2017.

Fanno un balzo in avanti le strutture extra alberghiere, che pure restando il 17,3 per cento del totale – circa 116mila visitatori –, hanno avuto una crescita del 22,3 per cento in un anno.

Palermo comunque cresce di più al confronto con la Sicilia e l’Italia, la prima con un più  2,9 per cento di arrivi e la seconda con un più 4 per cento. Un trend a cui si aggiungono le previsioni sull’esodo dei 22,5 milioni di italiani che partiranno questa estate, dei quali, secondo un sondaggio di Swg per Confesercenti, in due milioni sceglieranno l’Isola tra fine luglio e tutto il mese di agosto. La Sicilia con il 15 per cento del turismo interno è seconda solo alla Puglia (con il 17 per cento).