Renato Mangano

Nota del Consigliere comunale di Capo d’Orlando, Renato Mangano: “Tanto tuonò finchè piovve”

” Si Ricorre al Decreto Crescita, per nascondere la pregressa incapacità a gestire la riscossione tributi da parte dell’ Amministrazione Comunale”. Tanto Tuono’ finchè Piovve!!!

 La nota e ingente massa creditoria , riportatata nella documentazione contabile, per giustificare l’ equilibrio di bilancio, fa entrare nel panico l’ amministrazione Ingrilli e gli Uffici competenti, che richiamano il ” Decreto Crescita” per nascondere la pregressa incapacità a gestire la riscossione tributi e l’ estrema urgenza di fare  cassa per onorare le legittime richieste dei sempre più numerosi creditori , pubblici e privati.

Tutto ciò omettendo di evidenziare che la richiamata normativa nazionale rinvia all’ Ente Locale la responsabilità tecnica e la discrezionalità politica per la elaborazione di un ” ragionevole” regolamento, che deve necessariamente conciliare le esigenza del Comune di riscuotere i crediti con le effettive capacità finanziarie delle famiglie e delle imprese, chiamate ad onorare il pagamento dei tributi locali. Quindi si rende necessario un sereno confronto politico tra Maggioranza e Minoranza per scongiurare il prevedibile fallimento della pluralità delle aziende con conseguente incremento della disoccupazione.

Con quest’ultima nota il Consigliere Mangano, che non lascia spazio a voli di fantasia, mette a tacere quelle voci, alcune in perfetta buonafede altre un pò meno, secondo le quali il consigliere avrebbe le mani legate. Da tempo e con convinzione, sosteniamo esattamente il contrario ed oggi diciamo ancor più convintamente, che Mangano condurrà in seno al Consiglio comunale una santa battaglia in nome e per conto di un solo referente: il cittadino di Capo d’Orlando, che non sempre vive i suoi problemi serenamente a causa di una politica dilettantesca e pericolosamente improvvisata.